lunedì 12 novembre 2012

Ai confini della realtà: allegria portami via!

Doppio post oggi, non vi abituate
Chiacchierando con NA ( sempre fonte di ispirazione... grazie) mi è venuta in mente una categoria di Ominide che funesta la vita di molte donne: l'uomo triste... Allegria portami via!  Il depressoide che invece di farsi curare da uno bravo ti ammorba la vita.
Questo Ominide punta sul lato da crocerossina che ogni donna possiede nel profondo, punta sull'istinto materno che più o meno tutte le donne hanno... al grido di IO TI SALVERO' si accollano il depressoide per periodi più o meno lunghi.

Su questo tipo di Ominide potrei scrivere un trattato.
L'Ominide depressoide si divide in due sotto categorie:

- Il depressoide  PEPERONE che hai o che ti ha lasciato, questo non è importante : porellino, porellino soffre così tanto che ti deve rendere partecipe della sua triste situazione! 
Anche se a te non te ne può fregare di meno... manda mail depressoidi, scrive su faccialibro stati che i poeti maledetti se li sognavano... tutto per farti capire che in realtà ci tiene a te! 
Allora ciccio parliamoci chiaro:  invece di fare telefonate sospiranti o di mandare e mail sofferenti con la mano sulla fronte mentre scrivi... fa qualcosa: la rivuoi? la rivuoi davvero davvero? E allora mandale dei fiori, falle capire che hai fatto una cazzata,  corteggiala come non hai mai fatto e  NON TI ACCOLARE come una cozza sospirando e gemendo attaccato alle tende come una novella Medea... e che caxxo ci vuole dico io a risolversi i problemi senza ammorbare chi ti è accanto?  

Voi donne... se proprio ve lo volete riprendere... FATEGLIELA SUDARE.


-Il depressoide VAMPIRO: colui il quale se non è felice lui deve rendere la vita un inferno anche a Te. Questi sono i peggiori, ne ho avuto a che fare sia come amici, che come fidanzato. Il Vampiro è colui che ti succhia via la voglia di fare, di essere felice, che, pur non facendolo a posta (almeno lo spero)  ti fa piangere una volta sì e l'altra pure. Ti spreme come un limone e quando sei totalmente esaurita questo Ominide cambia territorio di caccia.
Ora caro il mio vampiro sbrilluccicante dei poveri: FATTI CURARE, da uno bravo! Non usare la poveraccia che hai al tuo fianco per sfogare le tue insicurezze e frustrazioni, non è giusto che lei non si senta amata perché tu non sei capace di comportarti da essere umano normale. 

Alla ricerca del guardaroba perfetto: come ti riciclo la divisa

Consigli non richiesti:

Dunque dunque, in pieno mood risparmiatore ( le bollette non si pagano più magicamente da sole), nonché in piena dieta in corso, ho deciso di non investire soldi in capi di abbigliamento come gonne o pantaloni ( MI RIENTRANO BEN 2 PAIA DI PANTALONI), meglio spenderli in scarpe,  accessori contro il freddo e su capi da mettere nella parte alta del corpo: cardigan e maglioni di cui sono sprovvista,vestitini... 
Quindi ho deciso di sfruttare al massimo tutto quello che ho nell'armadio, compresa la mia VECCHIA DIVISA DA ADDETTA DI SCALO, un tailleur blu navy, composto da gonna, pantalone e giacca.




divisa

mercoledì 7 novembre 2012

Ai Confini della realtà: Le principesse sono cretine

Allora per parcondicio ( parcondition... cit.), sia mai che mi diano della femminista!  Dopo aver sviscerato il perché il principe azzurro sia palesemente gay, quindi più interessato agli altri principi azzurri che alle principesse, passiamo ad un argomento che mi sta molto a cuore:  le principesse. Avevo accennato nel post precedente del mio odio viscerale per Biancaneve, adesso vediamo il perché.

LE PRINCIPESSE SONO CRETINE

1. Biancaneve
Laverò stirerò cucinerò...
Leggiadra fanciulla con il cervello di un canarino, per questo canta bene. 
Si innamora perdutamente del principe con il rossetto, si veste di stracci perché la matrigna la odia e le fa fare da sguattera, oh, ma lei   è  felice perché può cantare e parlare con gli uccelli (ehm, ehm) e con  gli animaletti suoi amici. quando la matrigna vuole farla fuori, ammalia il cacciatore e scappa nel bosco. ( Fa  una caxxo di paura il bosco di Biancaneve, non è adatto per i bimbi). Scappando, scappando arriva in una casa e che fa la cretina??? SI METTE A PULIRE! Cioè, potrebbe essere la casa di un serial killer che squarta le vittime in cantina e che fa LEI GLI PULISCE CASA!!!  Mo ditemi voi... è cretina o no? Inoltre per essere accettata dai nani che fa? Gli promette che avrebbe cucinato, lavato e stirato... 'NA COLF praticamente. 
Vabbè, i nani, capito quanto la poraccia è cretina, le dicono: NON APRIRE A NESSUNO, e lei che fa? Apre alla vecchiaccia... e nella favola vera non lo fa una, ma 3 volte... e allora sei cretina! Allora ti meriti il principe azzurro col rossetto che canta sotto la tua finestra, che probabilmente, tanto per non farti perdere l'abitudine, ti farà fare la colf anche a palazzo (senza nulla togliere alle colf che si fanno il culo e di cui sento tanto la mancanza adesso che i panni me li devo stirare da sola).

AUGURI

Auguri Mamma!

Buon compleanno, è il tuo primo che passiamo in case separate, è la prima volta che non ti faccio gli auguri di prima mattina grugnendo come solo io so fare!
Quindi prima di telefonarti sul cellulare, sia mai che Fratello si svegli, te li faccio qui in modo tale che tutti i miei affezionati lettori ( pare vero) possano farteli insieme a me.




AUGURI MAMMA!!!!






martedì 6 novembre 2012

The Matrimonio:alla ricerca dell'abito perfetto p.1

So che le mie lettrici femmina aspettavano questo post!!! I pochi lettori maschi se ne facciano una ragione, questo è un post semi fashion. In più è una storia a puntate: SAPEVATELO.

Ebbene sì miei cari: QUESTO E' IL POST SULLA SCELTA DELL'ABITO!

Iniziamo con una premessa: a me gli abiti da sposa non mi piacciono, sono una di quelle che non sogna il suo matrimonio da quando aveva 3 anni, anzi... quindi è stata messa alla prova la mia pazienza da shopping. Perché ovviamente il vestito da sposa non te lo puoi provare da sola in un anonimo camerino... no! Hai la commessa che ti aiuta ad indossarlo, Amica, Mamma e Zia pagatrice che ti danno la loro opinione. Ti fanno provare dei vestiti con dei tessuti che manco Barbie luce di stelle avrebbe approvato. Sapevo che sarebbe stata messa alla dura prova la mia pazienza nei confronti delle commesse che non hanno idea di come vestire il mio fisico ciccioso.



Tuttavia ero preparata e avevo anche consultato AnnaVenere  per avere dei consigli che lei mi ha dato molto volentieri e in modo davvero gentile e mirato.  Davvero, se non  mi ci avesse fatto pensare lei, io non avrei nemmeno tentato  di provare un determinato tipo di vestito. 

In più avevo stilato una lista sulle cose che volevo 

- NO al bianco sparato 
- NO alla meringa 
- NO ai corpetti che mi strizzano le tette e i cicci dietro la schiena appaiono in tutto il loro splendore
- NO alle balze
- NO al vestito a sirena

- SI' al vestito avorio o  panna
- SI' a modelli che si adattano alle mie forme
- SI' ai modelli che mettano in evidenza i miei pregi, non i miei rotoli! 

Armata di questi buoni propositi decido di enunciarli a Zia ad Amica e continuo a tediare Mamma ( oh sì, se le è sorbiti tutti i miei no sto vestito non mi piace, no, sto vestito è orrendo, oddio dai Ma').

lunedì 5 novembre 2012

Ai confini della realtà: il principe azzurro è gay!

Una delle frasi più vere sull'amore mai dette o scritte. Non ho la più pallida idea di chi sia, ma HA TUTTA LA MIA STIMA.
Un tempo con Amica dicevamo di volere il principe azzurro con il mantello, su un cavallo bianco e con la palla di vetro per capire i nostri stati d'animo... Abbiamo rinunciato prima al mantello, poi al cavallo... ma, nonostante lei abbia due figli meravigliosi dal suo compagno e io sia felicemente convivente con FM, speriamo che siano un po' sensitivi, speranza, ahimè, vana, tuttavia non siamo pronte a rinunciare alla palla di vetro

Qual'è la tesi che sta dietro all'affermazione che da il titolo a questo post? Lunghi anni di studio e di osservazione dell'Ominide medio, e prove suffragate da immagini che parlano chiaro. Non si scappa ragazze, il principe azzurro è gay

1. Normalmente il nostro principe porta una calzamaglia
Seriamente Principe, la calzamaglia? Io capisco che le storie sono ambientate in una specie di medioevo fantastico, ma ehi, nel medioevo non ci si vestiva solo con la calzamaglie e le maniche a sbuffo... E ciccio, abbiamo gli stessi stivali!
Dunque la calzamaglia la portano i ballerini, Roberto Bolle porta la calzamaglia, devo aggiungere altro?

domenica 4 novembre 2012

Io sono il mio corpo: un fine settimana da figlia

le pullizie di routine
Da quando io e FM abbiamo iniziato a vivere insieme la mia vita è cambiata, ci sono cose che prima non mi passava nemmeno per l'anticamera del cervello di fare e che invece, adesso, sono diventate routine.
Quindi, quando Mamma e Papà mi ospitano a casa loro per il fine settimana, specialmente se mio fratello è dalla ragazza, io ritorno a fare la figlia, anzi... peggio, non faccio proprio nulla. Mi faccio coccolare e faccio la figlia unica. c Che ci sta sempre bene!
E' molto strano come i rapporti cambino quando si mette piede fuori casa, come i tuoi genitori ti vedano come una persona adulta, anche se avevi ugualmente 30 anni quando vivevi da loro. I rapporti si distendono perché non ci si vede tutti i giorni e finalmente ti rendi conto che l'adolescenza è finita, con tua somma gioia!
Parli con i tuoi genitori da pari a pari, anche se comunque ti comprano ancora le cose, ti danno il bacio della buona notte, ma sai che quello è solo un momento di coccola che ti concedi, un fine settimana di assoluto relax, senza dover pensare alla casa e al lavoro. E' stato bello.

Questi tre giorni di assoluto relax sono stati funestati solo da una persona: un amico di mia madre che guarda il mio minidress ( un po' oversize), la mia pancia che, nonostante la sua infelice uscita, è ai minimi storici, e mi fa
" CRESCE??"
Io lo guardo stranita e gli faccio " CHI?"
E il cafone, invece di chiedere scusa per la sua uscita infelice si mette a ridere, come " ho fatto la battuta... non è divertente??"

Leggi il mio labiale : MAMMUORIDIOTA