sabato 16 febbraio 2013

Cercare il principe azzurro e innamorasi dell'orco: ovvero spunti di riflessioni da trip mentali dettati dal teatro

Settimana a teatro per me e NA!
Il 13 a vedere il Musical di Shrek... Ragazzi,  lo consiglio vivamente, belle canzoni, bravi attori e il mood dissacrante del cartone (uno tra i miei preferiti tra l'altro) è stato preservato. In più moltissime citazioni arricchiscono uno spettacolo già di suo ricco e divertente.
Come potete notare e dalla mia foto del profilo e dalla foto del blog io sono una vera fan della banda delle orecchie a cono. Ho visto il cartone un sacco di volte... posso citarlo  a memoria senza nessun problema. Adoro la colonna sonora, adoro il messaggio e ritengo che la storia di Shrek e  Fiona sia adattabile alla vita di molte ragazze e anche alla mia.
Fiona, rinchiusa nella torre, si fa dei film sul suo salvatore (avanti chi di noi non si è mai fatta un film sul suo futuro fidanzato?)
"lui verrà, mi salverà, mi amerà... lui sarà bellissimo, biondo con gli occhi azzurri, sarà galante, sarà perfetto.."
Il principe azzurro (di cui come ben sapete ho un'opinione precisa) le avrebbe cambiato la vita...
E invece, a salvarla  per conto di un altro (che vorrebbe essere un principe azzurro e invece è un nano da giardino) ci va l'anti eroe per eccellenza: un orco!
 "un grosso, grasso, pelato e puzzolente orco verde".
Inizialmente grazie ad un provvidenziale elmetto di fortuna la principessa pensa di essere stata salvata dall'eroe che si era immaginata da tutta una vita e invece... E' un orco, lei resta un filino sconcertata, non si aspettata una persona così.

Immagino che abbiate visto il cartone, quindi non vi sto a tediare con inutili racconti. Sapete tutti come finisce la storia: Fiona (che per metà della sua giornata è un orco verde, rozzo come pochi) capisce di essersi innamorata di Shrek, di aver trovato in quel rozzo orco verde il SUO principe azzurro.
Perchè l'importante è che per TE (e per me) la persona che hai a fianco sia il tuo principe, anche se è verde, se rutta, se fa le puzzette... deve essere il tuo dolce a fine pasto, la tua torta preferita, il dolce che ti fa venire l'acquolina in bocca al solo pensarci e va bene se non è biondo, se non ha il cavallo bianco, se non è esattamente galante... perchè ti può aprire la porta (della TUA macchina), può cederti il passo... ma essere comunque un OMINIDE.
Voi lo sapete, io ho il mio Shrek a fianco ed è come un grosso, grasso, dolcissimo profiterol!

Ma non sempre è così....

lunedì 11 febbraio 2013

Consigli non richiesti: SOPRAVVIVENZA (in ) METROPOLITANA ep. 1

 

 1. Sopravvivere alla metro


Chi ha la (s)fortuna come me di vivere in una grande città come Roma e di muoversi SOLO con i mezzi pubblici, deve essere pronta a tutto.  

Ogni mattina prendere la metro ( che fortunatamente ho sotto casa) è una lotta all'ultimo sangue:
-  con il moccioso di turno che non si leva lo zaino ( arma contundente che normalmente si muove a pochi millimetri dal mio naso) 
- con la signora che ha deciso che deve appestarci con l'ultimo profumo  uscito : eau de copperton 
- con l'avventore occasionale della metropolitana che, ignaro, pensa di entrare con tutta calma (o di uscire) in un vagone dove non c'è nemmeno lo spazio per far cadere uno spillo. 
- con l'uomo d'affari che parla al telefono con voce talmente tanto alta da stordire il povero vicino
- con la tenera vecchietta che cerchi di non schiacciare... ora, signora, perchè lei che può prendersela con calma, prende la metro nell'ora di punta?

E non vi dico gli odori... SONO LE 8 DI MATTINA... perchè la gente già puzza?

E la temperatura dannazione, in quei vagoni d'inverno si muore di caldo e d'estate ci sono i pinguini.

Dunque dicevo, i 15 minuti per arrivare in ufficio sono un supplizio necessario e alle volte ( quando piove soprattutto) interminabile. 
Ho sperimentato pochi accorgimenti che mi hanno garantito una sopravvivenza minima, ma dignitosa

Mai uscire senza IPOD.
     E' fondamentale per la pratica di isolamento acustico necessaria per evitare di conoscere i segreti più reconditi della vicina di metro ( non posto... sedersi è un miracolo che si ripete poche volte)


Mai uscire senza il TESSORO ( il mio kindle, ne ho parlato qui in alternativa un libro... però il libro deve essere maneggevole e si deve poter leggere in piedi tenendolo con una sola mano mentre con l’altra si cerca un appiglio alle lisce pareti del vagone.

  
Mai uscire senza bottiglietta d’acqua

Non sai mai quanto durerà il viaggio


 Mai uscire senza ombrello


Sembra il consiglio della nonna… ma fidatevi a Roma alle volte il tempo va a zone, magari parti col sole e arrivi che diluvia.



 Mai uscire senza foulard in estate
 
La temperatura media a Roma in estate è di 35 gradi, la temperatura media di un vagone della metro (A, perché la B non possiede aria condizionata e quindi si sfiorano i 45 gradi alle volte) è di 15… ora, indovinate un po’ chi si ammala tutte le volte?
 
Mai tenersi il cappello e il cappotto chiuso in inverno.   
 
Vedi sopra, se la temperatura esterna è di 5 gradi e quella interna è di 20… indovinate chi si ammala???
 
Con questi piccoli accorgimenti la sopravvivenza in metro sarà migliore, o almeno il meno dolorosa possibile, ma purtroppo la borsa deve essere decisamente capiente per contenere il tutto

lunedì 4 febbraio 2013

Ai confini della realtà: la donna ZERBINO!!!

Dedico queso post a NA... per l'aiuto che mi sta dando nella preparazione del matrimonio (e non perchè penso che sia uno zerbino, ovviamente) sorbendosi le mie lagne e aiutandomi nei disegni delle partecipazioni... sappiate che, quando le posterò, i complimenti dovete farli a lei!

Questo post è stato ispirato un po' da NA (come al solito) e un po' dalla lettura di un orrido libro che ho caricato sul mio TESSORO: 50 sfumature di grigio  (ho provato a leggere anche 50 sfumature di nero, ma mi sono annoiata... e ho ripiegato su un fantasy che promette molto bene, poi vi farò sapere).

 Dicevamo, non esistono solo gli ominidi, esistono anche le OMINIDI FEMMINA (OF per comodità).
 La categoria delle OF si divide in

OF zerbino, con la declinazione crocerossina, mammina, sorella, amica del cuore... potrei continuare all'infinito.

OF stronza, ma che più stronza non si può... perchè non mi si accusi di sessismo!


OMINIDE FEMMINA DECLINAZIONE ZERBINO:


Di questa categoria ho fatto ahimè parte per un bel po' di tempo quando stavo con Allegria... Penso che molti (Amica fra tutte) pensavano a me come uno zerbino sul quale Allegria passava sopra senza curarsi di nulla. Ma la colpa è mia, IO gli ho permesso di farlo.

Dicevo, la riflessione è scaturita dalla lettura di un "libro"... 50 sfumature di Grigio! Ho già accennato al fatto che non capisco come donne intelligenti abbiano potuto leggere sta cosa? La trama è inesistente, parlano... litigano e di punto in bianco "mi guarda con i suoi occhi ardenti, due pozze di metallo liquido e mi dice - Ana, adesso io ti prendo qui, devi essere mia-" O.o...

venerdì 1 febbraio 2013

Angolo Cazzi miei: il mio tesssoro

Cartone meraviglioso! Guardatelo
Da qualche parte ho scritto che sono una lettrice compulsiva... sono stata indulgente con me stessa, io sono una tossica di libri. Li leggo, li bramo, li annuso e li compro in modo maniacale... dai libri nuovi a quelli vecchi con le pagine gialle... dai classici inglesi ( con cui ho passato una fantastica estate) alla pessima pessima letteratura ( come la Meyer).



Ebbene sì amici e amiche ho letto anche io "La favola del vampiro sbrilluccicante", ma capitemi, mia nonna era in ospedale e io ero lì... e dovevo pur fare qualcosa e così ho ceduto... mi vergogno molto ( a mia discolpa posso dire che non ho comprato i libri, me li sono fatti prestare)!
Perchè parliamone:
"la storia d'amore più romantica mai scritta" (cit. ex collega),
" oh, ma lui è così romantico e l'ama così tanto",
" lei è così fragile"
... e certo lui ti ha lasciato e se ne è andato e tu, Brutta idiota, che fai? Niente... anzi peggio, ti droghi di adrenalina, bell'esempio per le adolescenti che leggono, come se l'unico modo per uscire da una storia è quello di provare ad ammazzarsi, ma che scherziamo? E poi, dannazione, i Vampiri non sbrilluccicano al sole, diventano polvere... e ci sono delle scene splatter non richieste che hanno confuso molto me e NA...

Ma prima di criticare l'ho letto!


L'unico autore che non ho mai letto, ma che ho sfogliato,  è FEDERICO MOCCIA... perchè c'è un limite per tutto, e lui lo supera largamente. Tutte le sue storie si sviluppano su dialoghi, alla terza riga già non capisci più chi sta parlando e il linguaggio che usa? Sembra mia nipote di 4 anni... NON CE LA POSSO FARE!


Torniamo a noi, dicevo essendo una tossica di libri e comprandone una quantità industriale ( ci sono volte che ne compro anche 3-4 la settimana) FM ha deciso di farmi un regalo anticipato per San Valentino:

UN KINDLE ... è diventato il MIO TESSORO!

E' il modello base, perchè lo uso solo per leggere , maneggevole, piccolo e contiene fino a 1400 libri... non voglio fare pubblicità, ma vi assicuro... la svolta! Sulla metro lo tengo in una mano e sapete, ci ho caricato:
- Tutto Tolkien
- La Divina Commedia
- Tutti gli Harry Potter
- Dracula
- Le serie di Michael Scott sull'alchimista ( che consiglio vivamente)
- La saga fantasy di Stroud ( che devo ancora leggere)
- Tutti i libri di Evangelisti ( davvero davvero da leggere)
- Tutti i libri della Asensi
- Un bel po' di libri fantasy

(sono un po' nerd... s'era capito?)

e poi l'ho fatto ... sarà perchè me lo hanno passato... ma l'ho iniziato a leggere questa mattina in treno, contenendo a stento l'ilarità che mi ha suscitato...

- 50 SFUMATURE DI GRIGIO, Rosso e Nero
Ora, io non sono una critica letteraria, altrimenti non farei la segretaria e guadagnerei magari un po' di più... ma davvero, davvero, DAVVERO... che è sto schifo? Perchè è scritto al presente? Perchè la  protagonista ha la profondità emotiva di un cucchiaino e seriamente, seriamente lui che problemi ha?  Comunque come lettura da treno è fantastico... rido da sola come un'idiota!
FM mi ha fatto un regalo bellissimo... e ho anche ricominciato a scrivere!

Prometto che il prossimo post sarà su uno dei filoni del blog!