lunedì 11 febbraio 2013

Consigli non richiesti: SOPRAVVIVENZA (in ) METROPOLITANA ep. 1

 

 1. Sopravvivere alla metro


Chi ha la (s)fortuna come me di vivere in una grande città come Roma e di muoversi SOLO con i mezzi pubblici, deve essere pronta a tutto.  

Ogni mattina prendere la metro ( che fortunatamente ho sotto casa) è una lotta all'ultimo sangue:
-  con il moccioso di turno che non si leva lo zaino ( arma contundente che normalmente si muove a pochi millimetri dal mio naso) 
- con la signora che ha deciso che deve appestarci con l'ultimo profumo  uscito : eau de copperton 
- con l'avventore occasionale della metropolitana che, ignaro, pensa di entrare con tutta calma (o di uscire) in un vagone dove non c'è nemmeno lo spazio per far cadere uno spillo. 
- con l'uomo d'affari che parla al telefono con voce talmente tanto alta da stordire il povero vicino
- con la tenera vecchietta che cerchi di non schiacciare... ora, signora, perchè lei che può prendersela con calma, prende la metro nell'ora di punta?

E non vi dico gli odori... SONO LE 8 DI MATTINA... perchè la gente già puzza?

E la temperatura dannazione, in quei vagoni d'inverno si muore di caldo e d'estate ci sono i pinguini.

Dunque dicevo, i 15 minuti per arrivare in ufficio sono un supplizio necessario e alle volte ( quando piove soprattutto) interminabile. 
Ho sperimentato pochi accorgimenti che mi hanno garantito una sopravvivenza minima, ma dignitosa

Mai uscire senza IPOD.
     E' fondamentale per la pratica di isolamento acustico necessaria per evitare di conoscere i segreti più reconditi della vicina di metro ( non posto... sedersi è un miracolo che si ripete poche volte)


Mai uscire senza il TESSORO ( il mio kindle, ne ho parlato qui in alternativa un libro... però il libro deve essere maneggevole e si deve poter leggere in piedi tenendolo con una sola mano mentre con l’altra si cerca un appiglio alle lisce pareti del vagone.

  
Mai uscire senza bottiglietta d’acqua

Non sai mai quanto durerà il viaggio


 Mai uscire senza ombrello


Sembra il consiglio della nonna… ma fidatevi a Roma alle volte il tempo va a zone, magari parti col sole e arrivi che diluvia.



 Mai uscire senza foulard in estate
 
La temperatura media a Roma in estate è di 35 gradi, la temperatura media di un vagone della metro (A, perché la B non possiede aria condizionata e quindi si sfiorano i 45 gradi alle volte) è di 15… ora, indovinate un po’ chi si ammala tutte le volte?
 
Mai tenersi il cappello e il cappotto chiuso in inverno.   
 
Vedi sopra, se la temperatura esterna è di 5 gradi e quella interna è di 20… indovinate chi si ammala???
 
Con questi piccoli accorgimenti la sopravvivenza in metro sarà migliore, o almeno il meno dolorosa possibile, ma purtroppo la borsa deve essere decisamente capiente per contenere il tutto

8 commenti:

  1. cosa mi racconti della microcriminalità, scippi e balle varie?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque ci sono come in tutte le grandi città... uno deve stare un po' attento. I turisti sono quelli più soggetti a scippi o a ruberie portafogliare.
      Personalmente porto sempre una borsa (gigante) a mano o a spalla una cosa del genere, ma grande il doppio http://www.borseallamoda.com/1751/borse-a-spalla-cromia-7/.

      Cerco di tenere la chiusura lampo sotto l'ascella e di stare attenta. Se la metro è affollatissima, la tengo in mano o altezza gomito ( scomoda da morire, ma almeno ho tutto sotto controllo).

      Io abito in periferia, e giro a qualsiasi ora, con un minimo di attenzione si vive bene.

      E poi la volta che mi hanno rubato il portafoglio ero in un micropaese di 500 abitanti... avevo abbassato la guardia!

      Elimina
  2. tutti consigli che bene o male ho sempre messo in pratica le poche volte che sono venuta a roma... o che comunque ho viaggiato all'estero e preso la metro!!! anzi no, l'unica su cui dissento è quella del libro o del kindle, per il semplice motivo che tanto non sono mai da sola in queste occasioni, quindi ho sempre qualcuno con cui chiacchierare... e poi... e quanto deve pesare la borsa per portare tutta 'sta roba?!?!? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kanachan, io sono una pendolare, prendo la metro tutte le mattine da sola. Quando la prendo con qualcuno ovviamente passo il tempo a chiacchierare!

      Non hai idea della roba che riesco a mettere in borsa! Se seguirai i consiglio non richiesti di sopravvivenza lo scoprirai!

      Elimina
  3. Io sono fortunella o vado a piedi o in bici o in auto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) sono le fortune di vivere fuori dalla grande città!

      Elimina
  4. Io ho passato l'intera adolescenza sui mezzi romani, e ne ho viste letteralmente di tutti i colori... Ma da quando vado all'università e prendo la metro costantemente ne vedo anche di peggio... Specie le comitive di 20-30 persone tutte stipate in un solo vagone, gli ambulanti che ti assordano le orecchie mentre cantano o sole mio con l'altoparlante e la gente che sbuca di corsa dalle scale e rischia di travolgerti pur di salire sulla metro che sta per ripartire...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lavoro al centro e vivo sostanzialmente in periferia... l'umanità che incontri sulla metro è qualcosa di indescrivibile! Per questo mi sono attrezzata! :)

      Elimina

Ciao a te! Grazie per essere passato, ci sentiamo alla prossima!