giovedì 23 maggio 2013

The Matrimonio: -8.. cazzeggiando in libertà

C'è un amico che da questa mattina continua a dirmi:
-8
-8
-8
E lo so che mancano solo 8 giorni... mi fai venire l'ansia!

E già mie signore e miei signori, mancano meno di 10 giorni e FM diventerà Marito e io diventerò finalmente una donna onesta, smettendo di vivere così nel peccato!
Mi spiace moltissimo di essere scomparsa nel nulla in questo periodo, so che avete sentito fortemente la mia mancanza, ma come potete immaginare la mia vita è un po' piena ultimamente.
il mio stato d'animo attuale
Vi ho accennato al fatto che stiamo cambiando casa... e che pensavamo di fare il trasloco dopo il matrimonio? Bene, PENSAVAMO è diventato PENSAVO e FM ha deciso che, siccome sfortunatamente è in cassa integrazione e ha tempo... perchè non farelo questa domenica, sì, avete capito bene, a meno di 5 giorni dal matrimonio, noi faremo il trasloco...
La cucina arriverà venerdì e il bagno giovedì... io quando arriverò? Mah, so solo che inizia a ballarmi la palpebra come all'ispettore Dreyfus...
E in più ho un megagalattico raffreddore!
E in più oggi a Roma sembra novembre... e il vestito da sposa non è stato pensato per questo clima.

Tuttavia, nonostante i giorni convulsi (scrivo ormai solo dal cellulare in metro) sono emozionata, felice, un po' isterica... e non vedo l'ora.

Ebbene sì, nonostante io e FM viviamo insieme ormai da un anno, sto iniziando a emozionarmi. Le fedi sul comodino sono un richiamo irresistibile, e lo so che non si fa... ma ogni tanto me la provo! Non credo sarà diverso da come è adesso, ma chi può dirlo? Inizieremo una nuova avventura insieme, e ci saranno a festeggiare le persone a cui vogliamo bene ( a qualcuno un po' più degli altri) e sarà speciale... anche se pioverà!
Anche se non posso andare con la macchina di NA, perchè non ci entro, e questa volta non perchè sono cicciosa!

Ma torniamo alle cose importanti: IL 2 ( perchè siamo masochisti) abbiamo deciso di festeggiare il nostro amore... ( tranquilli poi mi passa) con i nostri amici... e io non so che mettermi. Il vestito che avevo pensato di prendermi, non mi convince molto ( anche perchè è troppo estivo) e il 2 piove...

CHE CACCHIO MI METTO???

Si accettano consigli. Ho diverse idee, ma nessuna mi convince. Ho anche pensato di rimettermi il vestito da sposa... ma non lo so, FM probabilmente verrà con i jeans, lui coi jeans e io col vestito da sposa?? La vedo dura!


AIUTATEMI!
Sicuramente voglio mettere un vestito! Magari non lunghissimo, e magari non bianco.... perchè poi vorrei rimetterlo! Dannazione! Lo avevo trovato... ma non va bene, è troppo leggero... stupido tempo!


Nono so se riuscirò a scrivere prima della data!! Ma sappiate che dopo vi romperò un saaaacco con il resoconto del matrimonio!



lunedì 13 maggio 2013

The Matrimonio: Le scarpe della MORTE

Ora sappiatelo, io AMO LE SCARPE: quelle coi tacchi, quelle senza, i sandali, gli stivali le francesine... le decoltèe: anche se loro non mi amano, no no, le decoltèe sfuggono via dal mio piede, ma io le amo, non le compro, ma le bramo.
Non è stato facile quindi trovare le scarpe PERFETTE, per il mio vestito PERFETTO.
Le volevo:
- Avorio
- Rimettibili
- Max tacco 8
- Con un cinturino o con un qualcosa che le tenesse legate al mio piedino!
Lo so, lo so sono come al solito incontentabile, ma cacchio io su quelle scarpe ci devo stare TUTTO IL GIORNO, ripetiamolo per chi non abbia capito il concetto: TUTTO IL GIORNO! Quindi dovevano essere molto comode! O almeno che non mi facessero vedere tutto il firmamento appena indossate. pensate solo che quelle di prova, di Salem, quindi erano scarpe buone, mi hanno fatto addormentare i piedi dopo 10 minuti che le portavo.
Ho girato come una pazza, per il mio nuovo e per il vecchio quartiere, ma niente... ne ho provate a dozzine, bianche, colorate, décolleté,  spuntate... e il risultato era sempre un buco nell'acqua. Però nei miei giri ho acquistato:
- un paio di mary jane blu elettrico, tacco 6,5, la foto che ho trovato on line è di quelle marroni, le mie sono più belle!
- un paio di zeppe di corda bianche tacco 8

- un paio di decoltèe nere tacco 3 (no, pure se sembrano, non sono ballerine,)


FM è stato felicissimo... sì sì!

Soprattutto per l'ultimo acquisto  perchè dice che le ballerine sono antisesso!!!

Ma le scarpe perfette ancora non le avevo trovate.
Oltre tutto io ho la pianta del piede larga... ma larga, quindi non tutte le scarpe si adattano al mio piedino. E stringono, e fanno male. Ho chiesto aiuto alle blogger più versate di me sul tema scarpe... ma, nonostante i loro preziosi consigli, non c'è stato verso.
Fino a quando io e la mia mamma ci siamo ricordate delle scarpe che compravo per il mio lavoro in aeroporto, che erano carine e soprattutto comode, la pelle era morbidissima e  anche mettendo le decoltè di 2 numeri in meno ( perchè se no le perdevo... lo so, lo so... una pazza) per evitare che scappassero, non avevo nemmeno una vescica (cosa che giustamente mi sarei meritata).
Armate di tanta pazienza, siamo andate al negozio dove compravo le scarpe aeroportuali e loro, le scarpe perfette erano lì che mi guardavano... e la cosa buffa è che era il negozio accanto a Salem, sove avevano il mio vestito.

Erano lì, sul piedistallo più alto della vetrina che mi guardavano in tutto il loro splendore... le ho provate ed erano COMODISSIME:

- Tacco 8
- Avorio
- Rimettibili
- e che non mi scappano dai piedi!!!

Eccole

Amatele come le amo io.

Ragazze  e gentili uomini che ancora avete la pazienza di seguirmi... SCUSATE la latitanza, a lavoro un delirio, a casa i lavori, il matrimonio da organizzare...

E adesso...

NON CI VEDO PIU' DALLA FAME!
Prometto che cerco di scrivere più spesso, anche perchè ho svariati post già pronti.

venerdì 3 maggio 2013

Ciao Prof.

Un post per ricordare una persona che, nonostante io abbia incontrato solo alla fine del suo cammino, mi ha lasciato tanto.  Un post senza foto. Un post senza lacrime... perché
"Io non voglio vedere lacrime"
Ci sono persone nella vita che ti toccano così tanto profondamente che quando se ne vanno lasciano un vuoto indipendentemente da quanto tempo uno ci ha passato insieme.
Di lui ricorderò per sempre la sua forza, la sua ironia, la sua voglia di vivere e la sua serenità nell'accettare la sua condizione. La sua professionalità,  il suo sorridere nonostante tutto. Ricorderò i suoi occhi  che sorridevano e sembravano brillare. Ricorderò i suoi scherzi...
Era una persona a cui non potevi non volere bene.
Ciao Prof.