mercoledì 23 ottobre 2013

Armadio Perfetto: ma che cavolo di taglia porto?

Leggendo questo articolo di Anna  mi sono messa a riflettere sulla taglia che porto e su dove compro l'abbigliamento che poi indosso!

Il problema è che non l'ho ancora capito. Nonostante io sia una donna che ama fare shopping e che ha una quantità mostruosa di roba... non ho capito che taglia porto.

Almeno penso di aver capito la mia forma del corpo, il che è già un enorme passo avanti per la ricerca del mio guardaroba perfetto.

Come ho detto innumerevoli volte io sono una clessidra cicciosa.
Sono alta 165 cm, per tanti chili di peso (non mi va di scrivere quanti)  ho le spalle larghe, una 4° coppa C di reggiseno, 99 cm giro vita ( porello il mio punto vita sommerso da strati di ciccia)  un  lato B non indifferente e all'infuori, un bel cosciotto importante, e il polpaccio da terzino ( roba che il mio palestratissimo allenatore me lo invidia...).
Per quanto riguarda le taglie porto (dipende ovviamente dal negozio) una L- XL (48-50) per camicie e maglie, L-XL per gli abitini... anche se alle volte la XL mi va stretta sul seno, una 48-50-52-54 per i pantaloni... non l'ho ancora capito... anche se secondo me dipende dalla marca dei pantaloni. Per i Jeans porto una 33 demi- curve della Levis.
 Fortunatamente sono cicciosa uniformemente (anche se la panza, nei periodi di massimo stress o se mi nutro malamente esce in tutto il suo splendore) quindi quando ingrasso ingrasso ovunque, anche sulle braccia.
Promod
Ora qual'è il problema?
Il problema è che la mia taglia si trova a metà tra una taglia normale e una taglia più.
Normalmente per quanto riguarda la parte superiore dell'abbigliamento e alcuni vestiti mi posso vestire tranquillamente nei negozi di grande distribuzione, prendendo ovviamente la taglia più grande... anche per vestitini e gonne, qualora trovassi la mia taglia, normalmente li riesco ad acquistare anche nei negozi dei grandi marchi e, quando becco forma e taglia giuste, mi stanno benone.
Certo, avrei da ridire su alcune lunghezze... ma mi hanno fatto notare che il mio concetto di corto non è lo stesso degli altri. Il vestito che vedete qui, io l'ho preso, convinta da Vale e da Fratello... mi sta bene, la fantasia nasconde un po' la pancia, gli inserti neri sfinano la vita... ma cacchio è corto. Anche se Vale e Fratello dicono di no, perchè mi arriva a mezza coscia. Lo indosserò solo con gli stivali e le calze nere e magari con un cardigan lungo! La taglia è XL e mi sta bene... ma per esempio la XL di un vestito molto simile mi sta piccola! Quindi? Che taglia devo prendere?
Luisa viola, nero e blu navy

I pantaloni sono una tragedia!
Davvero, una tragedia. Non li trovo, ho solo due paia di jeans, trovati dopo anni di ricerca ( e uno mi sta per abbandonare) i pantaloni estivi li posseggo solo harem e li ho sempre presi da Promod  (santo subito) e i due pantaloni invernali... gli unici che ho tra l'altro, li ho presi in un negozio taglie più che, almeno per una volta, aveva i pantaloni non tagliati per una plus size a forma di mela.

Anche questo è un problema. Anzi questo è IL problema. Non trovo pantaloni e anche se vivo benissimo senza in inverno e in estate, in primavera ed autunno (quando non si può andare senza calze e quelle in microfibra sono pesanti) li porto tantissimo, perchè non riesco a portare le calze velate.

Ma:

- quelli dei negozi che hanno le taglie fino alla 52, fanno le taglie grandi del modello che sta bene alla 40 e che ad una 52 stanno male (quando la 52 entra)

- le taglie più ( curvy, morbide... quello che vi pare) normalmente sono pensate per una donna a forma di mela... e, quando mi entra la coscia, in vita sono 2/3 taglie in più! Dannazione...

Non ho davvero ancora capito la mia taglia, soprattutto per quanto riguarda i pantaloni!
Tutto ciò mi confonde e mi demoralizza non poco quando devo fare shopping! Quando anche la 54 ti sta stretta ti deprimi, perchè sai che nell'altro negozio ti va la 50 o anche la 48... ma sai anche che il tuo stipendio non ti permette di acquistare nei negozi per taglie più, perchè, cavolo, anche quelli "low cost" hanno dei prezzi esorbitanti.
Questo non lo trovo giusto, non trovo giusto che le donne che on rientrano nello standard debbano spendere un occhio della testa per vestirsi in maniera accettabile. Non trovo giusto che le donne curvy, cicciose, plus size... come ve pare... vengano in qualche modo punite per essere quello che sono. Perchè non posso spendere anche io 40 euro per un paio di pantaloni?

A questa domanda mi piacerebbe tanto avere una risposta.

11 commenti:

  1. purtroppo la questione della taglia dei pantaloni è un annoso problema per tutte.. e credo che ci accomuni a prescindere dalla taglia e dai kg! ad esempio io ho la vita stretta ed i fianchi larghi, nonostante sia magra!
    ogni volta devo provare almeno 2 o anche 3 taglie per capire quale paio prendere.
    per non parlare del fatto che quasi tutti i pantaloni dopo 4 ore che li indossi cedono in maniera indefinita e nei punti più improbabili, quindi quando li compro devo tener conto anche di questa variabile....
    hai provato a dare un occhio su Asos? hanno una linea curves molto carina! in più la spedizione ed il reso sono gratuiti (puoi provarli a casa e rispedirli senza perderci troppo) ed i prezzi dei capi onesti.
    Tentar non nuoce :-)
    ciao
    elena

    RispondiElimina
  2. quando portavo la 54-56 vestirsi era sempre un dramma... come dici te... nei negozi "normali" la mia taglia non c'era... in quelli tipo fiorella rubino e oltre sì... ma con dei prezzi abbastanza elevati... di conseguenza il mio armadio era formato da pochi pezzi! anche al mercato compravo poco... e non avevo ancora tutta la dimestichezza che ho ora con internet per poter fare acquisti online! aspettavo quindi con ansia i saldi...
    però... manco adesso so che taglia porto!!!! ;) direi che mi oriento su una 44.... ma per il matrimonio di una mia amica il vestito che ho preso è taglia S... un paio di pantaloni e una gonna la 42... un altro paio di pantaloni la 46! direi che tendenzialmente però la M/44 mi va bene... adesso vediamo col vestito della benetton che ho preso online senza manco provarlo...
    tu hai problemi con i pantaloni, io quelli li ho tendenzialmente superati... i miei problemi sono con... i reggiseni e le magliette/vestiti con scollature particolari! già non ero abbondante di mio... adesso... sono proprio small!!! ;) ringrazio ogni giorno l'inventore del super push-up tezenis... perchè di circonferenza ha una terza (tanto la cassa toracica non m'è dimagrita!), ma di coppa... no! quindi devo stare lì a prendere ogni volta le misure! coppa B, coppa C...
    e comunque sì... bisogna lanciare una petizione per far sì che i prezzi di questi vestiti... scendano!!!

    RispondiElimina
  3. Ma sono solo io che ho seri problemi ultimamente o i produttori di pantaloni hanno deciso, da un paio d'anni a questa parte, di farmi impazzire? Cioè io vado da Zara e porto una 40, 42 da Bershka, 42 da Stradivarius nel camerino, 40 da Stradivarius fuori il camerino., cioè i pantaloni di Stradivarius si allargano appena varchi la soglia del negozio, ne ho le prove. Ma parliamo di Alcott. O anche no. Cioè se avete crisi di autostima NON andateci. La 42 in realtà è una 38, roba che manco Kate Moss.

    RispondiElimina
  4. I pantaloni sono un dramma anche per me che ho una taglia piccola. Perché come ci ricorda sempre Anna di Moda per principianti, non siamo noi ad essere sbagliate ma gli abiti a non essere giusti. ;)
    I pantaloni sono un vero casino. L'anno scorso ne ho trovati ben TRE paia da Promod che mi stavano bene (sì! santo subito!!!) però ho dovuto provare e riprovare diversi modelli e in almeno tre taglie prima di trovare quelli che mi stavano bene, che cadevano bene, che non stavano larghi/stretti. E ti dico che anche il mio concetto di largo/stretto è come il tuo di corto/lungo: alla fine ho preso una taglia in più del solito, che così non strippo dentro ai pantaloni! Idem per i corto/lungo: pur'io preferisco le lunghezze al ginocchio, ma spesso i negozi non hanno il mio stesso concetto :P
    Per il vestitino che ti sembra troppo corto, potresti provare ad allungarlo con una banda di stoffa tono su tono (per es rosso) che essendo ilvestito fantasia multicolore non si dovrebbe notare che è un'aggiunta (mia mamma lo fa sempre, tutti i vestiti che trova sono sempre troppo corti)

    RispondiElimina
  5. Anche io coi pantaloni ho un mezzo dramma, mentre stranamente mi capita di trovare frequentemente jeans che mi cadono meglio di tanti pantaloni, sarà che il tessuto è modellante e più resistente del pantalone medio, che ultimamente li fanno di carta velina...

    RispondiElimina
  6. guarda, ti capisco perfettamente!
    ho un fisico "a pera" e sono bassina, per cui la scelta dei pantaloni giusti è fondamentale!
    nel mio caso, li indosso quasi sempre perché con le gonne purtroppo non sono comoda... ma che fatica trovare la giusta taglia, il giusto modello, la giusta linea della gamba, la giusta altezza della vita... è facile impazzire!!!
    parto pure in svantaggio, in quanto odio fare shopping (credo mi sia rimasto un lieve "trauma", da ragazzina pesavo circa 25 kg in più ed era davvero un dramma trovare roba decente): quando mi decido ad andare per negozi, quindi, sono in piena emergenza, e devo necessariamente trovare ciò che mi serve! questo complica tutto, perché mi sento sotto pressione all'ennesima potenza! e anche se porto una 40/42 ormai da diversi anni, riesco a trovare difetti anche quando miracolosamente non ci sono.
    comunque hai perfettamente ragione: le taglie dovrebbero essere più o meno standard per tutti i marchi, e invece a volte c'è un abisso!
    e hai ragione anche per quanto riguarda i prezzi dei vestiti per taglie comode... non è affatto giusto siano così elevati!
    m.

    RispondiElimina
  7. Ho lo stesso probelma con le calze! Riesco a mettere solo quelle in microfibra, quelle velate no. in realtà non le riesco nemmeno a toccare, ne ho due paia nel cassetto (così, per far finta che...) e quando senza farlo apposta le sfioro mi viene la pelle d'oca.. mi fanno un senso. pensare che ci sono donne che le mettono tutti i giorni persino sotto i pantaloni mi fa star male. Non avevo mai conosciuto nessuno con lo stesso probelma... yuppi!

    RispondiElimina
  8. oh ciao, c'è un premiettino per te, se ti va :D
    baci

    RispondiElimina
  9. Ciao Vale! Come vanno le cose? Qui è un'altra Vale che ti scrive! ;) Volevo dirti che sei stata premiata nel mio blog ;) Trovi il tuo premio qui: http://tondamentecurvyblog.wordpress.com/2014/01/14/liebster-award-scoprire-e-sostenere-blog-emergenti/

    RispondiElimina
  10. Io spero che tornerai presto a scrivere...ti do uno spunto...Se ti va, ti ho nominato qui http://cuorediciccia.blogspot.it/2014/02/un-premio-per-me-e-per-voi.html

    RispondiElimina

Ciao a te! Grazie per essere passato, ci sentiamo alla prossima!