venerdì 18 marzo 2016

Non sono a dieta, sto prendendomi cura di me: Le mie motivazioni.

Parliamoci chiaro, se uno nella vita non ha una buona motivazione non va da nessuna parte, soprattutto quando si parla di perdere peso. Puoi andare del migliore nutrizionista del mondo che ha fatto perdere 50 chili alla tua amica, ma tu non riesci a perdere manco un etto,  e questo perchè?

 Perchè non hai una motivazione che ti spinga al cambiamento.




Nel mio caso la mia motivazione ha 4 denti, non cammina ancora e dice pappa ogni tre per due, degno figlio di sua mamma.

La mia motivazione è mio figlio:  Topino, Topi per gli amici.
foto di repertorio... 

Non prendiamoci in giro, essere mamme quando si è cicciose è più faticoso.
Non ci sono mezzi termini, non c'è una via di mezzo, quando il nano di sguscia per cambiarsi il pannolino, quando cerchi di fargli una mossa di wrestling per fargli l'aerosol, quando cerchi di fare un tuffo carpiato per riacchiapparlo mentre tenta di suicidarsi dal seggiolone... e tu hai il fiatone, c'è qualcosa che non va.

I bambini, specialmente i maschi, sono vivaci, vogliono correre e vogliono che la loro mamma corra con loro, ma se ti porti dietro tanti chili in più, dopo cinque minuti hai bisogno della bombola di
ossigeno.

E NON VA BENE... almeno non va bene per me.

Non voglio che mio figlio cresca con una mamma sempre a dieta che pesa tutto ciò che mangia, che si sente in colpa per aver mangiato una fetta di torta... che stufa di stare a dieta si spara qualunque cosa ci sia nel frigo.
cicciosa e felice! 
Voglio che cresca con l'idea che il cibo sia il carburante  che lo tiene attivo, non un premio, non un rifugio.
Voglio che cresca amandosi e amando il suo corpo, non voglio che lo sottoponga a stress perchè non sono stata in grado di insegnargli a mangiare.
Voglio che mi veda in salute, che mi veda correre, che mi veda libera dai chili di troppo e dai sensi di colpa, perchè amiche cicciose, chi di voi non ha sensi di colpa quando sgarra?

Questa è la mia motivazione, lo faccio per essere una mamma migliore, perchè non puoi insegnare qualcosa che non hai ancora imparato.

Vorrei che questo percorso che sto portando avanti mi porti finalmente a mangiare meglio, ad imparare a mangiare, ad imparare anche che lo sgarro non fotte tutta la dieta.

Voglio cambiare il mio essere donna, partendo dal mio corpo. 

In questo percorso sono seguita da una "allenatrice del benessere": Elisa Furiglio .

Su di lei e sul percorso che stiamo facendo insieme ve ne parlerò diffusamente più avanti, ma al momento vi basti sapere che tra tutte le nutrizioniste e i nutrizionisti con cui ho avuto a che fare, lei è quella con cui mi riesco a rapportare meglio. Non ho timore di parlarle, non mi sento giudicata e questo è un ENORME passo avanti per me.

Tant'è che in un mese ho perso 5 chili.

1 commento:

  1. Eheh, la/il nutrizionista che ci porta fuori dall'inferno delle diete e ci fa cambiare prospettiva sulle cose si riconosce al volo, vero? Complimenti per la decisione, la motivazione e i primi risultati... avanti così!! ^.^

    RispondiElimina

Ciao a te! Grazie per essere passato, ci sentiamo alla prossima!